Brevi cenni storici

Il fico è una pianta che affonda le proprie radici nella storia ed in particolare in medioriente nei territori compresi tra l'odierno Libano, Palestina ed Israele in cui nacque la fichicoltura. I primi ritrovamenti archeologici risalgono  all'età del Bronzo (circa 4.500 a.C.). Furono i Fenici  che introdussero la coltura del fico sulle nostre coste. Tuttavia è agli antichi Greci ed alla loro vasta esperienza nella coltivazione di questo frutto, che si deve lo sviluppo di una vera e propria "Civiltà del Fico". Questi selezionarono, in base alle caratteristiche ambientali, le cultivar più idonee, tra queste il "Fico Dottato".  Diversi autori greci trattarono nelle loro opere di questo frutto tra cui Platone, Aristotele ed Archiloco che nel VII a.C. descrive la fichicoltura di Paros. Platone, ghiotto mangiatore di fichi,  diceva che aumentano l'intelligenza.

Proprietà benefiche 

Il Fico Dottato rappresenta da sempre un preziosa risorsa alimentare perché dolce, saziante e soprattutto nutriente. Il frutto essiccato è utilissimo per l'apporto concentrato di zuccheri, sali (potassio, sodio, magnesio, calcio, fosforo e ferro) , fibre oltre alle vitamine A, B1, B2 e C, (antiassodanti).

Sono utili :          

• Per gli  sportivi (perchè ricchi di potassio)

• Per un corretto sviluppo e mantenimento della massea ossea  (perchè ricchi di calcio e fosforo)

• Ottimi per la cura della pelle  perchè ricchissimi di sostanze nutritive (vitamina B e C) e di alcuni Sali minerali ( magnesio e calcio) essenziali per rinforzare la pelle e per ringiovanirla.

• Ideale per  la colazione o uno spuntino , infatti per una sana colazione si può utilizzare la  confettura extra di fichi di calabria ( un gusto eccezionale); per uno spuntino veloce mezza  crocetta di fichi farcita con mandorle.

• Ottimo prima di un allenamento in palestra : 2/4 gocce di fichi farcite con mandorle e ricoperte di cioccolato extra fondente.